Midnight in Paris, un omaggio alla capitale francese

Midnight in Paris

In Midnight in Paris, pellicola uscita nelle sale nel 2011, Woody Allen condivide con lo spettatore l’affetto per Parigi elevandola a protagonista, al pari degli altri personaggi.

La storia racconta di un aspirante scrittore, Gil, in vacanza nella capitale francese insieme alla sua futura moglie. Lui ama Parigi, il suo sapore romantico e nostalgico, in particolare nelle giornate di pioggia; lei odia l’umidità e vorrebbe vivere a Malibù. Ed è così che Gil di sera va in cerca di ispirazione per conto proprio e scopre l’anima più autentica della città. Come sospeso in una bolla spazio-temporale, egli si trova catapultato negli anni ’20 e incontra scrittori, artisti e personaggi che di quegli anni sono stati protagonisti.

Nelle peregrinazioni notturne di Gil, Woody Allen ci mostra Parigi, a partire dal quartiere a luci rosse di Pigalle, con le prostitute in attesa lungo i marciapiedi, che diventa poi location del Moulin Rouge (82 Boulevard de Clichy).

Passeggia giorno e notte lungo la riva della Senna (dove incontra Elda Fitzgerald che ha in mente di tentare il suicidio); passa sotto Pont Neuf, il ponte più vecchio di Parigi risalente al 1607 che attraversa la punta ovest dell’Île de la Cité; si ritrova al Marché aux Puces de Saint-Ouen (Porte de Clignancourt), a nord della città, uno dei più grandi mercati d’antiquariato d’Europa che conta 1500 botteghe, un rito parigino; e in Piazza Jean XXIII, dove Gil incontra la guida turistca, si affaccia l’imponente cattedrale di Notre Dame.

Woody Allen non si limita a mostrarci la Parigi più conosciuta, ci porta all’interno di molti edifici storici: l’Hotel Bristol (12 Rue du Faubourg Saint-Honoré), una elegante struttura ricettiva a 5 stelle dove soggiornarnano i protagonisti; e il Polidor (41 Rue Monsieur le Prince), un locale frequentato da Hemingway, Paul Verlaine, James Joyce e il poeta Jack Kerouac. Esiste ancora oggi, aperto tutti i giorni dal 1845 e a due passi dal Theatre de l’Odeon, con un menu dai prezzi relativamente modesti. È invece al celebre ristorante Maxim’s (3 Rue Royale) che Gil passa una serata in compagnia della bella Adriana di cui si sta innamorando. Il ristorante, che nel film appare in versione anni ’20, è ancora oggi situato in Rue Royale, a pochi passi da Place de la Concorde. Affezionato al suo arredamento Art Nouveau e all’atmosfera Belle Epoque, il locale si è adeguato alla modernità modificando un po’ il suo menu e allestendo serate musicali e una boutique di souvenir.

Allen ci regala anche un breve assaggio della storica libreria Shakespeare & Company (37 Rue de la Bucherie) sul lungosenna, uno scrigno contenente un’enorme quantità di volumi, negozio e sala di lettura. La libreria storica fu fondata a Parigi nel 1919 da Sylvia Beach, la prima americana che stampò l’Ulisse di James Joyce. Fu un punto di riferimento per scrittori del calibro di Gertrude Stein, Ezra Pound, Ernest Hemingway, F. Scott Fitzgerald e Joyce. Chiusa nel 1941 per l’occupazione subita durante la Guerra, non fu più riaperta. Quella odierna, mostrata nel film, è stata aperta nel 1951 e porta lo stesso nome per rievocarne l’atmosfera.

In ultimo, con una passeggiata notturna lungo Pont Alexandre III (Quai d’Orsay, Cours la Reine), uno dei più famosi di Parigi, Allen saluta il suo pubblico sotto le luci della Tour Eiffel che si riflettono nella Senna. Il ponte è stato concepito per l’Esposizione Universale del 1900, occasione in cui l’imponente struttura di acciaio in stile Art Nouveau fu inaugurata.

Midnight in Paris è un vero e proprio affresco di Parigi, città romantica, sempre bella, che si scelga di visitarla di giorno come di notte, da soli o in dolce compagnia. Magari iniziando da un punto qualunque, nel caso do Gil la scalinata di una delle chiese più belle, la Église Saint-Étienne-Du-Mont (Rue de la Montagne Sainte-Geneviève). Magari proprio a mezzanotte.

Dove dormire a Parigi. I numerosi appartamenti di all-paris-apartments.it, sono un’ottima soluzione sopeattutto se si è in famiglia o con amici.