Bollywood sceglie la Puglia

Negli ultimi anni si è verificato uno stretto legame tra due fiorenti e alquanto diverse cinematografie: da una parte il nostro sempre più attivo cinema pugliese, dall’altra la colossale potenza dell’industria cinematografica di Bollywood.

cineturismo - Bollywood in PugliaIl primo film indiano realizzato in Italia è Bachna ae haseeno (Belle ragazze attente) del regista Siddharth Anand, che nella primavera del 2008 ha scelto la Puglia per ambientare alcune scene a supporto di un brano coreografato incluso nel film. I produttori della Yash Raj Films di Mumbai sono arrivati nel Gargano, a Baia delle Zagare, scegliendola come luogo ideale per ambientare la sequenza in cui Raj, dopo un inseguimento di anni in tutta Europa, ritrova Radhika, la ragazza amata e poi lasciata per inseguire frivoli sogni di libertà. Baia delle Zagare è una delle più belle della zona: lunga 1 km, è raggiungibile solo via mare o passando per l’omonimo hotel, tramite un ascensore in vetro costruito appositamente nella roccia. Le riprese pugliesi si sono svolte in 3 giorni tra gli scenografici e caratteristici trulli di Alberobello e a Santa Cesarea Terme, ultime tappe italiane del nuovo blockbuster hindi, girato anche a Capri e a Venezia. Il grande successo riscontrato in India da Bachna ae haseeno è servito da richiamo per altri produttori ed è fuori di dubbio che l’Italia trae e potrà continuare a trarre enormi vantaggi economici da questa importante collaborazione, sia per quanto riguarda l’occupazione delle maestranze locali, che entrano a far parte della troupe, sia per quanto concerne la visibilità e il ritorno economico sul nostro territorio.

Importante successo indiano è il lungometraggio Housefull del regista indiano Sajd Khan, prodotto dalla Nadiadwala Grandson Entertainment, importante casa cinematografica indiana con sede a Mumbai e produttrice dei maggiori blockbuster bollywoodiani. La commedia è stata girata nell’estate 2010 in provincia di Foggia, tra Mattinata, Vieste, Pugnochiuso e Vignanotica, con il sostegno dall’Apulia Film Commission, diventando un incredibile veicolo di promozione turistica in Puglia. Si pensi che i provini dei ballerini per ruoli secondari e figurazioni si sono svolti presso la Fever Dance Academy di Vieste.

L’intraprendenza della Puglia nell’ospitare le produzioni cinematografiche indiane e, di conseguenza, nel promuovere il cineturismo sembra inarrestabile: dal 19 al 24 ottobre del 2010, a pochi mesi dall’uscita di Housefull, ha avuto luogo un “educational tour” della regione a cui sono stati invitati diversi giornalisti e tour operator indiani, accompagnati dal responsabile ENIT di Mumbai. Il percorso cineturistico attraverso il Salento ha fatto tappa a Lecce, Galatina, Otranto, Santa Cesarea e Gallipoli e in seguito il Gargano, Bari e la scenografica Valle d’Itria. Nei manifesti del film diffusi nelle città indiane e in altri Paesi asiatici si vede il faraglione mattinatese, quello con l’arco, con sotto i principali attori di questa commedia: Akshay Kumar, Rambir Kapoor, Deepika Padukone e Jiah Khan. La scritta sul manifesto gioca con il titolo del film e invita a visitare la Puglia: “Beautyfull Puglia – spend your holidays in the movie scene”.

Nel 2008 la Puglia è stata scelta anche dalla Suresh Productions per alcune riprese di Maska, film di B. Gopal che racconta la storia d’amore tra due giovani, interpretati da Telugu Pothineni Sitaram Chowdary e Motwani Hansika Pradeep. La vicenda è ambientata in varie location pugliesi tra cui Cisternino con i suoi muretti a secco, gli archi e i poetici vicoletti dove potete trovare tipici ristoranti come L’Osteria “La bella Italia”, dove sedervi e gustare un piatto di orecchiette al sugo con il cacioricotta o nella variante con le cime di rape. Diverse scene, poi non inserite nel film, sono state girate nella bianca e imponente Cattedrale di Trani, bellissima e romantica con il suo elevarsi direttamente sul mare. Infine l’immancabile Salento è stato scelto come scenario per la sua luce e i suoi caldi colori.

Ultima figlia di questa proficua collaborazione tra Puglia e India è la commedia musicale romantica di Raj Chakraborty dal titolo Dui Prithibi. La vicenda racconta di Nandini, una giovane studentessa di medicina, che rompe il suo fidanzamento con il ricco Rahul per servire le persone ammalate nelle zone rurali. Rahul decide di cercare la sua amata e intraprende così un lungo viaggio durante il quale si imbatterà in Shibu, un ladro che diventerà pian piano un vero amico e lo porterà a scoprire il vero significato di amore e compassione. La pellicola, prodotta dalla Shree Venkatesh Films, è uscita nelle sale del Bengala Occidentale il 14 ottobre 2010, giorno in cui si celebra la festa religiosa induista della dea Puja, e mostra in alcune scene i bellissimi paesaggi di Santa Cesarea Terme e i bianchi trulli di Alberobello, le caratteristiche abitazioni costruite con pietre sovrapposte senza il supporto della malta. Un tour che segua le impronte lasciate dalle maestranze indiane in questo ricco territorio può essere vissuto ancora meglio concedendosi una sosta alla masseria Rosa Trulli che regalerà l’impressione di dormire in una casetta delle fiabe.