Cineturismo: Avatar, sulle tracce di Pandora

Ci sono delle volte in cui il Cinema passa in secondo piano. La forza visiva e la novità prendono il sopravvento sulla reale qualità del prodotto cinemtografico. Questo è a mio avviso il caso di Avatar, un film che tiene incollati allo schermo per la sua appariscenza, ma che lascia ben poco. Per una recensione approfondita rimandiamo all’articolo Allucianzioni Avatar e qui ci occupiamo di quel poco che il film lascia, la meraviglia di luoghi fantastici. Chi poi li ha visti al cinema in 3D sicuramente è uscito dalla sala pensando a quanto sarebbe bello se esistessero davvero. Ed esistono: i luoghi del film non sono solo frutto di fantasia e computer science, ma sono stati ispirati da location reali che valgono un viaggio. Vi proponiamo allora un itinerario sulle orme di Avatar che vi porterà alla scoperta di luoghi spettacolari anche se epurati di colori incandescenti e flora e fauna enedmici di Pandora (e della specie indigena Na’vi).

Tappe dell’itinerario: Los Angeles (USA), Nuova Zelanda, Hawaii, Venezuela/Brasile, Cina.

Partiamo dagli Stati Uniti. Siamo in California a Playa Vista, El Segundo (Los Angeles). Al numero 909 di Sepulveda Boulevard si trova quella che fu la sede della Hughes Aircraft Company che ha a che fare col cinema da molto prima di Avatar. La Hughes Aircraft infatti fu una società aerospaziale e industria della difesa statunitense creata nel 1932 dal noto regista e produttore Howard Hughes, la cui storia è narrata nel film The Aviator del 2004, diretto da Martin Scorsese con Leonardo DiCaprio come protagonista. Oggi divenuta Raleigh Studios, quartier generale del cinema, è sato uno dei set principali delle riprese di Avatar, insieme agli Stone Street Studios di Wellington, i Weta Workshop e Weta Digital in Nuova Zelanda. Grazie a una speciale tecnologia testata per la prima volta, Cameron guardando nella videocamera anziché vedere i due attori nello studio asettico, poteva già vederli alti, blu e immersi nel mondo di Pandora… Una tecnologia che ha permesso di fare riprese motion-capture come se si trattasse di live-action e ridurre di molto la necessità di girare in esterni. Ma passiamo alle location che hanno ispirato il mondo di Pandora.

location Avatar: Hamaku Coast, Hawaii

CC Steve Cadman

Le Hawaii, arcipelago di isole tropicali famose per la natura rigogliosa e il mare mozzafiato. Avatar ha tratto ispirazione per la foresta di Pandora da tre luoghi in particolare: Hamakua Coast, Kaua’i e O’ahu. La prima, costa nordorientale dell’isola di Hawaii, con le sue cascate, i giardini botanici e le pareti rocciose a strapiombo sul mare, facce scoscese dei due vulcani Mauna Kea e Kohala; l’isola di Kaua’i, già set di Jurassic Park, con il parco naturale Keahua Arboretum intorno al fiume Wailua; e O’ahu l’isola di Honolulu e Pearl Harbor, già set della acclamata serie tv Lost.

Ci spostiamo poi in Venezuela e raggiungiamo il Canaima National Park, il parco nazionale più grande del mondo (30.000km²) che a sua volta sembra aver ispirato le meraviglie di Pandora. Qui si trovano le formazioni rocciose più antiche del mondo, i tepuis, ripide pareti rocciose dalle cime piatte; e la cascata più alta del mondo, il Salto dell’Angelo (979 m), luogo sacro agli indigeni. Tra i tepuis il più famoso è il Roraima che si estende su ben tre stati: Venezuela, Brasile e Guyana. La cima, a 2800 m, offre un paesaggio lunare puntellato di sculture naturali.

Ci spostiamo infine in Cina e raggiungiamo il parco di Zhangjiajie nella provincia di Hunan, patrimoio UNESCO, dove troviamo il Monte Huang che ha contribuito ad ispirare uno degli scenari più spettacolari del film, le Hallelujah Mountain, le montagne galleggianti. Il pilastro di arenaria alto 1080 metri, è stato rinominato in onore del film Avatar Hallelujah Mountain.

Menu seducente il centro operativo degli umani ispirato alla piataforma petrolifera Noble Clyde Boudreaux, nel Golfo del Messico.

Segnaliamo infine un luogo che non ha ispirato la fantasia degli autori di Avatar, ma ha fatto tributo al film. Si tratta dell’Avatar Grove, nell’Ancient Forest di Vancouver (British Columbia, Canada). Una foresta con alberi talmente spettacolari da essere paragonati a quelli di Pandora.